ROCCA DEI BORGIA

Usciti dall’Orto, con una piacevole passeggiata di alcuni minuti, costeggiando le mura d i mezzogiorno, si arriva alla Rocca, fatta edificare da Cesare Borgia, detto il Valentino, su disegno di Ludovico Clodio, subito dopo la cacciata dei Da Varano e la conquista della città nel 1502.

Costruita in poco meno di quattro mesi, a difesa della città, fu messa in comunicazione sotterranea con il palazzo ducale e fu armata con bocche di fuoco, mortai e archibugi. Posta sull’orlo di un precipizio, i torrioni cilindrici ed il possente mastio sono esempi di architettura militare tipica del Rinascimento.

Solo ad un anno di d istanza dalla conquista dei Borgia, i Da Varano riebbero Camerino e il duca Giovanni Maria fece restaurare la fortezza. In seguito Papa Clemente VII la utilizzò per nascondere ai saraceni i preziosi tesori della Basilica di Loreto.

La Rocca ha perso oggi la sua grinta difensiva per offrirsi come piacevole oasi d i verde, dove è possibile ammirare il sole che tramonta dietro l’Appennino umbro-marchigiano.

La parte più alta è dedicata ad un’illustre giornalista, Maria Grazia Capulli, vissuta a Camerino e scomparsa prematuramente.

 

(Testi a cura di Barbara Mastrocola)

Guarda le foto